Ultima modifica: 9 gennaio 2017

CLIL

PROGETTO INFO-ECO CLIL

RELAZIONE FINALE

Il progetto si proponeva di creare materiali ad hoc per le discipline Informatica ed Economia Aziendale da utilizzare nelle classi quinte degli Istituti Tecnici Economici con metodologia CLIL in lingua inglese. I materiali prodotti ricoprono una parte del sillabo e riguardano gli ambiti: Controllo e gestione dei costi d’impresa (Economia) e La sicurezza informatica (Informatica). Essi utilizzano metodologie didattiche innovative quali flipped classroom, e modalità di lavoro collaborativo/cooperativo e in e-learning nonché l’impiego di LIM, tablet, tecnologia cloud, software per la produzione e montaggio di video.

Il progetto è stato realizzato in tutte le sue fasi, anche se la sperimentazione non è avvenuta in tutte le classi previste per problemi sopraggiunti dopo l’avvio del progetto stesso (cambio docenti, problemi di salute).

La valutazione è stata positiva, in quanto la sperimentazione dei moduli prodotti ha rivelato la loro efficacia in termini di obiettivi disciplinari, linguistici e trasversali raggiunti dagli allievi con percentuale superiore al risultato atteso, cioè 70%.

Per la documentazione, i materiali prodotti dagli allievi (in formato digitale e cartaceo, registrazioni audio-video, questionari di gradimento) riguardano in particolare quattro classi.

PUNTI DI FORZA

Il progetto è stato realizzato interamente e i materiali prodotti si sono rivelati efficaci e coinvolgenti per la maggior parte degli allievi. Le competenze acquisite sembrano essere inoltre meno superficiali e più solide e durature.

I moduli utilizzano metodologie didattiche innovative, quali flipped classroom, e modalità di lavoro collaborativo/cooperativo e in e-learning. Tali metodologie didattiche hanno permesso una partecipazione attiva degli allievi, diventati così protagonisti del loro percorso di apprendimento, e l’ampio utilizzo di tecnologie ha consentito agli allievi di utilizzare i materiali sia in classe che a casa in maniera differenziata.

L’esposizione alla lingua inglese attraverso l’utilizzo di materiali autentici o didattici previsti per parlanti nativi della lingua straniera ha potenziato le competenze linguistiche ricettive degli allievi e ha favorito il confronto interculturale nella didattica della disciplina non linguistica.

L’utilizzo della lingua inglese durante le lezioni ha stimolato una maggiore partecipazione e attenzione da parte degli allievi e ha migliorato le loro abilità produttive in lingua straniera.

L’utilizzo delle tecnologie ha notevolmente coinvolto gli allievi e ha migliorato le loro competenze digitali.

PUNTI DI DEBOLEZZA

TEMPI

La realizzazione dei moduli ha richiesto tempi maggiori rispetto a quelli previsti per due principali ragioni:

  1. la ricerca, selezione e preparazione dei materiali autentici comportano tempi lunghi anche se si dispone di connessioni Internet molto veloci;
  2. gli impegni scolastici dei docenti sono molti nel periodo febbraio-marzo.

A causa dei tempi dilatati nella realizzazione dei moduli, la sperimentazione degli stessi si è dovuta effettuare tra aprile e maggio e in questo periodo le classi quinte erano impegnate in attività spesso legate alla preparazione/simulazione per l’esame di stato. Anche la preoccupazione degli allievi per gli esami vicini ha creato in qualche classe maggiore tensione e minore disponibilità ad accogliere la proposta CLIL.

La realizzazione dei moduli con le metodologie adottate ha richiesto tempi più lunghi rispetto a quelli richiesti con metodologie tradizionali. Ciò non è stato dovuto solo all’uso della lingua inglese, i cui livelli di competenza sono molto disomogenei negli allievi e nelle classi, ma anche all’uso delle tecnologie e delle modalità di lavoro collaborativo/cooperativo.

LINGUA INGLESE

La competenza in lingua inglese viene spesso percepita dagli allievi come insufficiente per affrontare lo studio di una disciplina fondamentale come Economia o Informatica con metodologia CLIL. E’ stato necessario lavorare molto sulla motivazione per vincere l’iniziale ritrosia in alcune classi. Le oggettive carenze soprattutto nella produzione in lingua inglese hanno allungato i tempi di realizzazione dei moduli e hanno influito sulla qualità dei prodotti.

Anche la correttezza dei materiali elaborati in lingua inglese dai docenti di discipline non linguistiche coinvolti presenta qualche criticità: nonostante il livello sia buono è necessaria una revisione per eliminare errori dovuti spesso anche ai tempi molto ristretti di lavoro. Questa revisione da parte dei docenti di lingua inglese non è stata effettuata durante l’anno scolastico perché ciò avrebbe comportato l’impossibilità di effettuare la sperimentazione dei moduli.

MOTIVAZIONE DEGLI STUDENTI

Dai questionari di gradimento in cui si è sperimentato il modulo di Economia si rivela sorprendente il dato relativo al migliore apprezzamento di un corso SIA rispetto ad un corso RIM. Gli allievi della classe RIM sono generalmente ben disposti a studiare le lingue straniere e dovrebbero trovare naturale usare l’inglese anche per altre discipline. In realtà questi hanno contestato la proposta didattica come un appesantimento inutile dell’ultimo periodo scolastico e i contenuti come non fruibili ai fini dell’esame di Stato, verso il quale erano orientate tutte le loro risorse. Il dato fa emergere un’altra criticità: gli studenti continuano a percepire una proposta CLIL come qualcosa di accessorio e inutile per l’esame.

 

Bassano del Grappa, 31 agosto 2016

Mara Salvalaggio

 

File stampabile: PROGETTO Relazione finale

Allegato A1

———————————————————————————————————

INFORMATICA

- Lesson1_CIAtriad *

- Lesson2_Virus*

- Lesson3_JurneyIntoCryptography *

- Lesson4_eCommerce *

- Lesson5_SocialEngineering *

- Lesson6_Law_and_ICT *


TEST

English Questionnaire about the CLIL MODULE_responses

InfoSecurity_FinalTest

InfoSecurity_PianoDiLavoroUnitàDidattiche

* TUTTI I FILE VIDEO PRODOTTI NEL CORSO DELL’ESPERIENZA PROGETTUALE SONO A DISPOSIZIONE IN ISTITUTO

———————————————————————————————————

ECONOMIA

Scheda Generale del modulo relativa agli Istituti:
ITCG “A. Martini” Castelfranco V.to
ITET Aulo Ceccato Thiene

Lezione 01 *
Lezione 02 *
Lezione 03 *
Lezione 04 *
Lezione 05 *
Lezione 06 *
Lezione 07 *
Lezione 08 *
Lezione 09 *
PRIMA_FLIPPED_C *
SECONDA_FLIPPED_C *

* TUTTI I FILE VIDEO VERRANNO PUBBLICATI SUL CANALE YOUTUBE

ITCG MARTINI

Presentazione (Abbad, Cavallin, Duso)
Presentazione (Fistani, Girardi, Pietrobon, Milani)
Presentazione (Gianella, Dario, Mason)
Presentazione (Kandoul, Roberto, Gazzola, Poser)
Presentazione (Marcon, Piovesan)
Presentazione (Pirrone, Stangherlin, Toan)
Presentazione (Volpato Fabio, Andrea, Torresan, Cuogo)
Prsentazione (Favaro, Longato, Dolzan, Visentin)

Presentazioni (file in formato rar)

* TUTTI I FILE VIDEO PRODOTTI NEL CORSO DELL’ESPERIENZA PROGETTUALE SONO A DISPOSIZIONE IN ISTITUTO

 

ITET CECCATO

PRESENTAZIONI
5A_rim_PRESENTAZIONE_01
5A_rim_PRESENTAZIONE_02
5A_rim_PRESENTAZIONE_03
5A_rim_PRESENTAZIONE_04
5A_rim_PRESENTAZIONE_05
5A_rim_PRESENTAZIONE_06

5A_sia_PRESENTAZIONE_01
5A_sia_PRESENTAZIONE_02
5A_sia_PRESENTAZIONE_03
5A_sia_PRESENTAZIONE_04
5A_sia_PRESENTAZIONE_05
5A_sia_PRESENTAZIONE_06

CASES
Case n. 01
Case n. 02
Case n. 03
Case n. 04
Case n. 05
Case n. 06

QUESTIONARIO/ESITI
English Questionnaire
Esiti_questionnaire_5 arim
Esiti_questionnaire_5 sia

* TUTTI I FILE VIDEO PRODOTTI NEL CORSO DELL’ESPERIENZA PROGETTUALE SONO A DISPOSIZIONE IN ISTITUTO

———————————————————————————————————